Home / Articoli / Infissi in PVC, legno o alluminio? Una guida alla scelta dei materiali







Prima di richiedere un preventivo infissi e prima dell’acquisto degli infissi e’ importante avere informazioni e confronti per decidere quali materiali scegliere per le vostre finestre e vetrate, tra legno, alluminio o PVC.

Incominciamo chiarendoci un po’ le idee insieme. Valutiamo i fattori da considerare per effettuare una buona scelta. Questi saranno:

Infissi economici o di alta qualità: fissiamoci un budget di spesa dal quale partire e regoliamoci di conseguenza

Materiali dei serramenti: valutiamo il grado di isolamento e protezione alle intemperie necessario, in base a clima ed esposizione

Dimensioni degli infissi e del serramento da realizzare, la forma e il colore preferiti.

Appuntiamo e fissiamo questi criteri come requisiti minimi, e scopriamo insieme pro e contro dei diversi materiali, tra gli infissi in legno, alluminio o PVC.

Infissi in alluminio

L’alluminio è un metallo duttile, caratteristico quello color argento, che si distingue per le sue doti di versatilità. Nella produzione di serramenti e infissi di vario tipo, viene apprezzata la sua leggerezza anche per la realizzazione di manufatti di grandi dimensioni.


 

PRO ALLUMINIO: pur essendo un metallo è “morbido”, ossia leggero e facile da lavorare. Permette di realizzare manufatti anche di grandi dimensioni anche con forme articolari, con un alta resistenza agli agenti atmosferici e durata nel tempo.

CONTRO ALLUMINIO: con scarse doti di isolamento termico e acustico, è a rischio di condensa sugli infissi, anche solo per la differenza di temperatura fra l’ambiente esterno e gli interni della casa.

Infissi PVC

IL PVC, invece è un materiale di origine plastica. Resistente e altamente isolante. Ecco di seguito le caratteristiche pro e contro salienti degli infissi in PVC:

PRO PVC: il materiale, di origine plastica, è perfettamente impermeabile, garanzia di naturale isolamento, sia termico che acustico. Non crea condensa anche con sbalzi di temperatura. Abbastanza leggero può essere forgiato agevolmente con varie finiture e colori (compreso l’effetto legno). E’ il più economico fra i tre.

CONTRO PVC: finestre in PVC (e manufatti in PVC in genere) di bassa qualità, specie se esposti a sbalzi e intemperie, ma soprattutto all’irradiazione solare continua (esposizione a sud), sono a rischio deterioramenti, dato che il materiale può “seccarsi” perdere robustezza.

Infissi in legno:

Il legno è il materiale naturale per eccellenza. Per decenni è stato l’unico materiale per infissi e come tale ha il calore e l’aspetto generalmente attribuiti a una bella casa con finestre e infissi solidi. Ultimamente inizia a soffrire della concorrenza degli altri materiali, sia per la necessità di risparmio che per la necessità di manutenzioni nel tempo.

PRO LEGNO: è il materiale di porte e infissi per eccellenza, ed è quello con il quale alluminio e PVC devono confrontarsi cercando di imitarlo il più possibile. Isolante per natura, sia da punto di vista termico che acustico, potenzialmente e con le dovute cure può durare una vita.

CONTRO LEGNO: necessita di manutenzione, e per prodotti di buon livello, i costi sono più alti rispetto all’alluminio e al PVC. Nonostante venga realizzato con trattamenti termici e chimici all’avanguardia e con finiture con vernici resistenti e atossiche, dopo qualche tempo sarà necessario preservarne le caratteristiche di impermeabilità e colore attraverso una buona manutenzione.