Home / Articoli / Ecobonus 2017, detrazione per i serramenti







La legge di stabilità del 2017 ha confermato una serie di agevolazioni fiscali già previste lo scorso anno. Tra queste, spiccano gli incentivi per gli interventi di efficientamento energetico sugli edifici esistenti, siano essi destinati a uso abitativo o imprenditoriale, in misura del 65%. Vuol dire che le persone giuridiche (comprese le associazioni di professionisti) o fisiche, ma anche i loro familiari conviventi se sosteranno in prima persona le spese per il miglioramento dell’efficienza energetica dell’immobile, potranno detrarre dalla dichiarazione dei redditi il 65% della spesa fino a un massimo di 100.000 euro. Tradotto in numeri vuol dire che la spesa massima utile per la detrazione arriva a 153.846,15 euro (il cui 65% è appunto 100.000).

 
Per la sostituzione di infissi e serramenti la cifra è però inferiore: si ferma infatti a 60.000. Con un calcolo semplice come quello di prima è facile vedere che la spesa massima utile non va oltre i 92.307,69 euro.
E’ bene in ogni caso sapere quali sono gli adempimenti da svolgere per vedersi riconosciuti i bonus e quali sono le formalità da rispettare. Il primo è che nell’immobile deve essere presente un impianto di riscaldamento funzionante.

 
Inoltre, il pagamento deve avvenire con bonifico bancario o postale. Altro requisito indispensabile è che gli immobili devono essere “esistenti”: per darne prova basta un documento catastale o l’iscrizione al catasto, mentre sono esclusi gli immobili in costruzione. Anche l’attestazione del versamento di Ici o Imu sono utili per la documentazione, che sarà obbligatorio conservare per tutto il periodo del rimborso. Rimborso che però sarà rateizzato su un arco di dieci anni. Altro requisito è essere in regola con il pagamento dei tributi.

 
Inoltre vengono considerate opere detraibili anche scuri, persiane, avvolgibili, cassonetti (se solidali con l’infisso) e suoi elementi accessori, se la sostituzione avviene simultaneamente a quella degli infissi (o del solo vetro).

 


Per quanto riguarda gli aspetti tecnici ricordiamo che una delle variabili chiave è il cosiddetto valore di trasmittanza che deve essere certificato da un tecnico abilitato e iscritto a un albo professionale. In alternativa è valida la certificazione del produttore dell’infisso.


Esprimi il tuo gradimento riguardo l'articolo "Ecobonus 2017, detrazione per i serramenti" con un voto: